Giovedì, 24 Ottobre 2019 06:20:12
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image

Il laser in conservativa

 

L’uso del laser per la preparazione cavitaria ci permette un approccio mininvasivo.

Con il laser i tessuti, infatti, vengono ablati strato dopo strato, con massimo risparmio del tessuto sano, rimozione della sola dentina infetta e conservazione della dentina affetta, ossia quella parzialmente contaminata ma con matrice collagena ancora intatta, e perciò, in grado di remineralizzarsi.

Il laser, inoltre, garantisce una più efficace decontaminazione del fondo cavitario, riducendo così, il rischio di carie recidiva, pur consentendo un ottimo legame tra i materiali da otturazione ed il dente. I trattamenti laser possono effettuarsi senza anestesia, anche in presenza di carie profonde, ed assicurano un trattamento efficace ed indolore rispetto al trapano.

Il laser si fa preferire soprattutto nel trattamento delle carie dei bambini, garantendo un maggior confort ed una maggiore collaborazione dei piccoli pazienti.

La conservativa laser richiede lunghezze d’onda che abbiano affinità per H2O ed Idrossiapatite costituenti principali dei tessuti duri dentari, ossia la lunghezza d’onda dei laser ad erbio.

Ecco un caso di una lesione cariosa curata con il laser. Il dente è stato successivamente riabilitato con un intarsio

(clicca per ingrandire)
 intarsio1  intarsio2  intarsio3  intarsio4
PGT RssScroller - Copyright © 2010 by pagit.eu
Studio Associato Cassero-Falivene - Piazza Bovio 33, Napoli Tel 081 4206346 - Via Pistilli 6, Giffoni Valle Piana (Sa) Tel 089 865865 - Via Caliri 102, Cava de' Tirreni (Sa) Tel 089 462443
Copyright 2011 Studio Associato Cassero-Falivene. Tutti i diritti riservati | Sito ottimizzato per Mozilla Firefox e Safari | Copyright 2011 Studio Dentistico Cassero-Falivene Napoli - Il laser in conservativa. All Rights Reserved.
Joomla theme Webmaster: Fabrizio Cassero