Giovedì, 24 Ottobre 2019 07:26:46
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image

Endodonzia - casi clinici

 

Nella pratica odontoiatrica, una corretta devitalizzazione è visivamente facile da riconoscere: i canali trattati devono essere otturati fino al loro termine, quindi fino al termine della radice. E siccome il materiale da otturazione appare radioopaco (dunque chiaro) sulla radiografia, occorre semplicemente osservare se questa radioopacità arriva fino alla punta della radice, piu' o meno. Se il canale appare otturato per metà, è facile immaginare che qualcosa non sia andata a buon fine.

Ci sono almeno due punti da precisare. Il primo è che -a causa dell'anatonia specifica del canale- è possibile che il esso termini pochi millimetri "prima" della punta della radice, così come essa è radiograficamente visibile, per cui è verosimile che una terapia apparentemente "corta" abbia otturato in realtà tutto il canale.

Il secondo punto da tenere presente è che esistono casi in cui il canale non è facilmente sondabile fino alla fine, per cui è estremamente difficoltoso procedere al suo trattamento con le normali tempistiche.

A scopo illustrativo, ecco il caso di una terapia canalare di un premolare superiore. I due canali sono quasi sovrapposti, ma è semplice distinguerli prima e dopo il trattamento.

En1 En2

PGT RssScroller - Copyright © 2010 by pagit.eu
Studio Associato Cassero-Falivene - Piazza Bovio 33, Napoli Tel 081 4206346 - Via Pistilli 6, Giffoni Valle Piana (Sa) Tel 089 865865 - Via Caliri 102, Cava de' Tirreni (Sa) Tel 089 462443
Copyright 2011 Studio Associato Cassero-Falivene. Tutti i diritti riservati | Sito ottimizzato per Mozilla Firefox e Safari | Copyright 2011 Studio Dentistico Cassero-Falivene Napoli - Casi clinici. All Rights Reserved.
Joomla theme Webmaster: Fabrizio Cassero