Giovedì, 24 Ottobre 2019 06:55:29
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image

Domande frequenti sugli impianti

 

impiantifaqL'intervento è doloroso?
No. Viene effettuato sotto anestesia e il paziente non riferisce mai alcun fastidio.

C'è dolore nei giorni successivi all'intervento?
Di norma no. Se il paziente applica localmente del ghiaccio e segue qualche semplice consiglio fornito dal dentista, il post-intervento non è assolutamente fastidioso.

Quale è la possibilità di un fallimento?
Le probabilità sono assai scarse. E sono legate molto piu' ad una cattiva manutenzione del paziente che non ad imprevisti emersi durante il trattamento. E' importante ricordare che gli impianti necessitano di una igiene rigorosa e di semplici controlli periodici.

Dovendo sostitiure un dente perso, quale è la soluzione migliore tra un ponte tradizionale ed un impianto?
Sebbene il ponte tradizionale sia una soluzione affidabile e collaudatissima, l'impianto offre qualche vantaggio in piu', anche se il piano di cura prevede tempi più lunghi.

Esistono limiti di età per le tecniche di implantologia?
No. A meno di fattori di rischio individuali, non si è mai troppo anziani. Anzi, forse proprio gli anziani possono benificiare dell'implantologia in maniera determinante, potendo stabilizzare la propria protesi mobile. Del resto l'intervento è semplice ed non è piu' invasivo di una semplice estrazione.

Perchè è importante provvedere quanto prima alla sostituzione di un dente mancante?
Perchè l'osso che ospitava la radice di un dente perso, se non "sollecitato" meccanicamente terne ad atrofizzarsi ed ridursi di dimensione. Questo ovviamente penalizza le tecniche di implantologia, nelle quali la quantità di osso a disposizione per l'impianto è l'elemento decisivo.

Non ho osso a sufficienza per uno o piu' impianti. C'è una soluzione ?
Si. Esistono tecniche che intervengono qulla quantità di osso a disposizione. Queste tecniche si avvalgono dell'utlizzazione di sostituti ossei o di innesti di osso autologo e devono precedere il posizionamento degli impianti. E' chiaro che in questi casi il paziente è chiamato ad un impegno personale ed economico di entità maggiore.

Ho l'impressione che i costi siano elevati. E' davvero così?
Occorrerebbe capire che nel costo complessivo incide molto il prezzo vivo dei materiali utilizzati. Sebbene il mercato sia invaso da tipologie di impianti a prezzi anche piu' contenuti, è ovvio che solo quelli di qualità garantiscono il paziente a lunga scadenza. Considerata la lunga durata di un impianto, questo tipo di cure puo' essere considerato quasi un investimento ed una forma di risparmio.

PGT RssScroller - Copyright © 2010 by pagit.eu
Studio Associato Cassero-Falivene - Piazza Bovio 33, Napoli Tel 081 4206346 - Via Pistilli 6, Giffoni Valle Piana (Sa) Tel 089 865865 - Via Caliri 102, Cava de' Tirreni (Sa) Tel 089 462443
Copyright 2011 Studio Associato Cassero-Falivene. Tutti i diritti riservati | Sito ottimizzato per Mozilla Firefox e Safari | Copyright 2011 Studio Dentistico Cassero-Falivene Napoli - Domande e risposte (FAQ). All Rights Reserved.
Joomla theme Webmaster: Fabrizio Cassero